Amici della Musica

Arcangelo

Speranza

la nostra storia

 

Il Concorso Pianistico “Arcangelo Speranza”, riconosciuto come uno tra i concorsi più importanti del nostro Paese, sta acquisendo fama internazionale, visto che quella nazionale già ce l'ha. E’ il fiore all’occhiello nell’attività musicale della Città di Taranto e, tra gli appuntamenti di prestigio, il più atteso.

Istituito nel 1962 come concorso regionale dall’allora Presidente, l’Arch. Arcangelo Speranza, l’anno successivo divenne nazionale ed assunse la denominazione del suo fondatore in seguito alla sua improvvisa scomparsa.

In questi 50 anni il Concorso ha visto vincitori pianisti che hanno riscosso e stanno riscuotendo notevole successo nel panorama concertistico italiano e non, pianisti che si sono o si stanno sempre più affermando in campo internazionale avendo suonato nelle più prestigiose sale da concerto per le più importanti società concertistiche.

Di gran prestigio i maestri che da sempre compongono le giurie: Maria Tipo, Sergio Perticaroli, Bruno Canino, Marcello Abbado e Riccardo Risaliti, sono soltanto alcuni dei maestri che con la loro presenza, la loro serietà e professionalità che li contraddistingue, hanno fatto si che il Concorso di Taranto entrasse a far parte dei più rinomati appuntamenti pianistici italiani ed internazionali.

Con la direzione artistica affidata a Marco Vincenzi, il Concorso ha aperto i suoi orizzonti all’Internazionalità apportando quindi nuova energia che è andata ad aggiungersi all’impegno costante del sodalizio tarantino verso le generazioni future e alla quotidiana ricerca in campo culturale, due delle fondamentali caratteristiche di questo premio